Home Design Pareti divisorie: come usarle al meglio in ufficio
Pareti divisorie: come usarle al meglio in ufficio
31/10/2019

Pareti divisorie: come usarle al meglio in ufficio

Molti uffici moderni hanno ambienti lavorativi molto spaziosi e aperti. In alcuni casi, questi spazi hanno bisogno di essere ottimizzati. Le pareti divisorie sono elementi utilissimi per farlo

La soluzione più utilizzata negli uffici moderni è quella dell’open-space, che ha sicuramente il vantaggio di ottimizzare al meglio gli spazi, ma che allo stesso tempo rende difficile la concentrazione dei lavoratori, distratti dai colleghi e dagli inevitabili rumori di tastiere, fogli, telefoni.

Una buona soluzione è affidarsi alle pareti divisorie che, con una spesa davvero contenuta e senza bisogno di ricorrere alla muratura, permette di creare spazi più raccolti all’interno di un ufficio, così da aumentarne la produttività e migliorarne anche l’aspetto rendendolo più moderno e sofisticato. Vediamo insieme come usare al meglio le pareti divisorie in ufficio.

Tipi di pareti divisorie

Esistono diversi tipi di pareti divisorie, e tutte hanno la medesima funzione di ridurre i rumori, aumentare la privacy e creare spazi nuovi, modulabili e personalizzabili in ogni ufficio. Ma oltre alla praticità, le pareti divisorie sono apprezzate anche per il proprio aspetto moderno e di design che donano un’aria super professionale ad ogni luogo di lavoro.

Le pareti divisorie sono veri e propri complementi d’arredo e come tali sono del tutto adattabili ad ogni ambiente e disponibili in diverse forme, colori e materiali. Eccone alcuni tipi:

  • Pareti divisorie in vetro: solitamente sono pareti che si sviluppano a tutta altezza e hanno una struttura in alluminio. Sono prive di giunture e sono le più adatte per un ambiente moderno e ampio. In questo modo, infatti, è come avere un open-space, ma con la privacy che ogni dipendente desidera.
  • Pareti in vetro e legno: per un design più elegante e caldo, e per sfruttare lo spazio il più possibile, ci sono le pareti in vetro e legno, attrezzabili con mensole e piccoli armadietti.
  • Pareti fonoassorbenti: se si ha l’esigenza di isolare acusticamente le stanze dell’ufficio, la soluzione migliore sono le pareti divisorie fonoassorbenti.

I vantaggi delle pareti divisorie in ufficio

L’uso delle pareti divisore in ufficio implica moltissimi vantaggi, sia a livello di design che di funzionalità, grazie anche al fatto che si installano in maniera semplice e veloce. Ecco perché conviene installarle in ogni ufficio.

Non c’è bisogno di lavori di muratura

Ogni tipo di parete divisoria non ha bisogno di lavori di muratura, poiché montabili e smontabili in maniera facile e velocissima. Niente interruzioni al lavoro in ufficio, niente polvere e perdite di tempo, soprattutto niente permessi o concessioni edilizie di alcun tipo.

Non soffocano gli ambienti

Le pareti divisorie, soprattutto quelle realizzate in vetro, cristallo e plexiglass, non soffocano gli ambienti, fanno passare liberamente la luce e non chiudono visivamente gli spazi.

Garantiscono la privacy

Le proprietà isolanti delle pareti divisorie garantiscono la privacy sia visiva che uditiva. Sono vere e proprie barriere che permettono di costruire il proprio angolo tranquillo in ufficio.

Sono belle e funzionali

Le pareti divisorie possono essere di ogni materiale, forma e colore, così da donare personalità e carattere ad ogni ufficio. Inoltre, sono modulabili e possono essere accessoriate con ogni tipo di elemento, e sono in grado anche di nascondere cavi, impianti di cablaggio, antenne e climatizzatori.

Seleziona l'ambiente di tuo interesse e dai uno sguardo ad alcune possibili soluzioni.

© Madea Sas - Tutti i diritti riservati - P.iva: 08959391213